• Home
  • Condizioni di vendita - Asta 20

Condizioni di vendita - Asta 20

CONDIZIONI DI VENDITA ASTA AURORA 20

 

  1. I partecipanti all’asta, sono tenuti all’osservanza delle presenti condizioni di vendita, che dichiarano di accettare senza riserve.

  2. Quanto forma oggetto della vendita è di proprietà di terzi, che ne garantiscono la lecita provenienza. Banco Aurora S.p.a. agisce esclusivamente quale mandataria nell’interesse e nel nome di ciascun venditore.

  3. Quanto proposto è stato attentamente esaminato e ritenuto autentico. Lo stato di conservazione indicato in catalogo è frutto della nostra personale esperienza ed è formulato in maniera rigorosa, in taluni casi ben specificati è riportato esclusivamente il giudizio di conservazione espresso da altri estimatori, quali NGC, PCGS o Periti Numismatici, che Aurora S.p.a. si limita a riportare solamente per completezza di descrizione.

  4. Si accettano reclami e resi esclusivamente per la non autenticità; non verranno presi in considerazione reclami inerenti lo stato di conservazione, eventuali difetti dei lotti proposti, errata o incompleta catalogazione. E’ compito dell’offerente o di loro incaricato, verificare a priori gli oggetti per i quali si concorre; gli acquirenti pertanto acquistano con la formula del “visto e piaciuto”. Per i lotti multipli invece, non si accetta nessun tipo di reclamo, in quanto visionati, descritti e venduti sommariamente senza alcuna garanzia.

  5. La cifra indicata in catalogo non costituisce stima bensì base d’asta, al di sotto della quale non vengono accettate offerte. Queste basi, espresse in Euro, sono formulate secondo un criterio prudenziale. Per avere buone possibilità di aggiudicazione, consigliamo i Sigg. clienti che intendono concorrere mediante offerta pre-asta di superare la base d’asta con un buon margine. Gli scatti sono a discrezione del banditore. Nel caso di offerte di pari entità il lotto verrà aggiudicato alla prima commissione registrata. Offerte plurime: prima offerta Euro 700, seconda offerta Euro 500. Il lotto verrà aggiudicato alla prima offerta, ad Euro 520 (€ 500 + lo scatto)

  6. Al prezzo di aggiudicazione vanno aggiunti i diritti d’asta del 15% comprensivi delle imposte in vigore. Ai lotti invenduti si applicano i medesimi diritti.

  7. I lotti proposti saranno visibili, previo appuntamento, presso la sede di Aurora S.p.a. nei giorni precedenti l’asta. La visione del materiale ha lo scopo di verificare lo stato di conservazione degli oggetti posti in asta e la presenza e/o l’entità di eventuali difetti.

  8. Si può partecipare all’asta tramite offerte scritte, mediante lettera o e-mail, telefono, tramite internet sul sito www.aurora.sm, che offre anche la possibilità di partecipare in diretta. Aurora S.p.a. non applica nessuna maggiorazione per le aggiudicazioni Live-Internet.

  9. I risultati d’asta saranno consultabili in tempo reale sul nostro sito, tuttavia l’ufficialità verrà pubblicata qualche giorno dopo, dopo aver controllato e verificato la correttezza dei dati.

  10. Ogni acquirente è direttamente responsabile degli acquisti effettuati e non può pretendere di aver agito per conto di altre persone o Enti.

  11. Le fatture vanno pagate al momento della ricezione e comunque entro e non oltre 15 giorni data fattura, in caso contrario saranno applicate spese, interessi di mora e la pratica potrebbe essere ceduta a una società di recupero crediti con relative spese a carico dell’acquirente. Gli acquirenti possono ritirare la merce presso la nostra sede provvedendo al pagamento tramite contanti (fino ad € 10.000), tramite carta di credito o pago bancomat. In caso di pagamento con assegno circolare o bancario (intestati a BANCO AURORA SPA), la consegna della merce acquistata verrà effettuata soltanto “salvo buon fine” pertanto sarà prevista una consegna successiva.

  12. L’eventuale spedizione della merce, è richiesta e organizzata dal cliente che fornirà precise indicazioni a riguardo. L’acquirente è tenuto ad osservare le eventuali leggi doganali del proprio Paese, sostenendone eventuali costi.

  13. Per ogni controversia, il foro competente è quello di San Marino e si farà riferimento al testo in italiano.